Creazione sito e-commerce

Realizzare un e-commerce

Il termine e-commerce, ovvero commercio elettronico, indica la vendita di prodotti o servizi attraverso internet, sfruttando un sito web programmato in base al tipo di servizio offerto.

Può riguardare scambi fra venditore e aziende, come nel caso di consulenze, trasporti, o forniture tecniche o informatiche, oppure raggiungere direttamente il consumatore finale.

La creazione di un e-commerce può essere una scelta molto redditizia, ma implica impegno e costanza. Sicuramente offre moltissimi vantaggi. Primo su tutti la velocità: mentre per un negozio fisico ci vogliono tempi lunghi per organizzare e preparare i locali e la merce, lo store online può essere aperto anche in pochi minuti e si può iniziare subito a raccogliere ordinativi e lavorare.

Vantaggi di un e-commerce

Un e-commerce ha un numero altissimo di potenziali clienti: se ben pubblicizzato, attraverso i social e le campagne di promozione condotte sui motori di ricerca, può essere agevolmente trovato da chiunque navighi sul web.

Con i giusti strumenti di marketing è possibile proporre il sito alla nicchia di persone interessate a quello specifico argomento, creando una rete di acquirenti che avranno a disposizione ciò che desiderano, consultabile con facilità e comodamente da casa.

Funziona inoltre 24 ore su 24, offrendo la grande comodità di poter comprare in qualsiasi momento, senza eccezioni di festività, ferie ed orari di chiusura.

Primi passi per vendere online

Ci sono diverse soluzioni per creare un sito di vendita, che vanno attentamente valutate e approfondite per evitare di sprecare i propri investimenti.

È innanzitutto consigliabile affidarsi ad un buon commercialista, che in base al tipo di attività svolta e alla mole di lavoro prevista, saprà dare consigli e guidare l’avvio dell’attività. Gli aspetti fiscali variano in base al volume di lavoro: se è basso, considerato come vendita occasionale, non è necessaria la partita IVA, basta emettere una ricevuta che andrà in dichiarazione dei redditi.

Se i guadagni sono maggiori e/o l’attività è condotta in maniera abituale (e un sito online 24 ore al giorno rientra in questa fattispecie), dovrà essere aperta un’azienda, con partita IVA, iscrizione a Inps e camera di commercio.

Fondamentale poi è la scelta del metodo con cui pubblicare il sito: questo dipende molto dal numero degli articoli e dalle conoscenze informatiche del gestore.

Chi è alle prime armi, o chi magari ha già un negozio reale, e vuole aumentare gli introiti, può affidarsi ad un marketplace, cioè un portale di vendita che offre al suo interno uno spazio personale.

È il caso di Ebay, il più famoso al mondo. Aprire uno store su Ebay è abbastanza semplice, basta iscriversi e seguire la procedura guidata. Questo sistema offre da subito una maggiore visibilità, ma l’attività rimane vincolata e deve sottostare alle regole imposte dal sito.

Creazione di un sito e-commerce attraverso un CMS

La soluzione, per chi decide di creare un e-commerce più grande e personalizzato, è affidarsi ad un CMS, acronimo di content management system, cioè un software che permette di costruire e gestire un sito anche senza avere particolari conoscenze di programmazione.

In questo caso sarà necessario scegliere un dominio e scegliere un hosting dove installare il CMS.

Le piattaforme di commercio elettronico più utilizzate sono:

  • Woocommerce
  • Magento
  • Prestashop

Considerazioni finali

Una volta aperto, l’e-commerce richiede la cura di vari aspetti tecnici, come qualsiasi altro negozio. Vanno considerate le modalità di pagamento accettate, come PayPal, uno dei sistemi ormai più diffusi, e le transazioni con carta di credito e bonifico, prendendo accordi con la banca.

Il sito deve essere mantenuto aggiornato e in ordine, attraverso un inventario dei prodotti, suddivisi in categorie, e la scelta dei fornitori in modo da non avere ritardi nelle consegne.

Allo stesso modo è importante la convenzione con i corrieri, per garantire spedizioni veloci, e il rapporto con i clienti che necessitano assistenza.

Luca Terribili
Runner, bodybuilder, nerd inside, full stack developer, blogger, non è abbastanza? Non amo descrivermi… dai un’occhiata al blog e giudicami tu!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *