Usare ngrok per condividere localhost

Creare un url pubblico verso localhost con ngrok

Nell’articolo precedente stavamo lavorando alla creazione dei pulsanti per la condivisione sui social network. Eravamo arrivati al passaggio finale: il test per verificarne l’effettivo funzionamento. Lavorando in localhost, abbiamo bisogno di aprire un tunnel verso un URL pubblico per dare la possibilità al server dei social network di leggere correttamente le informazioni contenute nelle nostre pagine. Per fare questo ci avvaliamo di ngrok.

Colleghiamoci al sito di ngrok e scarichiamo la versione per il nostro sistema operativo. Scompattiamo l’archivio e apriamo il terminale nella posizione in cui si trova l’applicativo. Per creare un URL verso il web server locale dobbiamo aprire una porta pubblica, digitando nel terminale la seguente istruzione:

Il programma farà tutte le sue operazioni in background e aprirà la porta specificata. Al termine dell’operazione ci verrà fornito un URL pubblico che reindirizzerà verso il nostro server locale.

Porta pubblicaSe clicchiamo su questo collegamento vedremo che effettivamente il browser ci reindirizza verso la root del server, di solito raggiungibile solo sulla macchina sui cui e installato attraverso l’indirizzo http://localhost.

Test localhost ngrok

Adesso possiamo fare tutti i test che vogliamo. Se stiamo lavorando con WordPress, andiamo nel pannello di amministrazione → Impostazioni → Generali. Nelle caselle Indirizzo WordPress (URL) e Indirizzo sito (URL) inseriamo l’URL fornito da ngrok, completando il percorso con la cartella d’installazione di WordPress. L’immagine di seguito chiarisce meglio il concetto.

Nella prima casella ho già inserito l’URL pubblico, completandolo con la cartella d’installazione del CMS, mentre nella seconda casella vediamo l’indirizzo originale che ho mantenuto invariato solo per mostrare il procedimento e che va modificato come la voce precedente.

Impostazioni generali test ngrok

Adesso vediamo se i pulsanti di condivisione funzionano come dovrebbero. Come vediamo dall’immagine successiva la condivisione avviene perfettamente grazie all’URL pubblico fornito da ngrok.

Test finale ngrok

Dopo aver concluso il test ricordate di ripristinare gli URL originali di WordPress.

Conclusioni

Il tool può essere usato anche per mostrare ai nostri clienti il lavoro che stiamo portando avanti in locale, basterà comunicare l’indirizzo pubblico aperto con ngrok e lasciare l’applicativo in esecuzione per il tempo necessario. Purtroppo non uso Windows e per tanto non conosco il procedimento per Microsoft, ma presumo che si altrettanto semplice.

Luca Terribili
Runner, bodybuilder, nerd inside, full stack developer, blogger, non è abbastanza? Non amo descrivermi… dai un’occhiata al blog e giudicami tu!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *