Lista di piattaforme di blogging gratis

Creare un blog gratis: Le migliori piattaforme gratuite di blogging

Il mondo dei CMS è ricco di potenzialità, in quanto costituisce una facile opportunità di visibilità per i propri prodotti o per gli argomenti che un appassionato blogger o un aspirante scrittore voglia trattare.

Nell’elenco che segue vengono descritti i principali provider che consentono di creare un blog gratuitamente, scegliendo la denominazione che più si adatta al sito che si vuole pubblicizzare. I passaggi da rispettare per creare una piattaforma online gratuita sono i seguenti:

  • registrarsi
  • scegliere un nome per il sito web
  • iniziare a creare il sito.

I piani gratuiti normalmente non prevedono una scadenza, ma, se le funzionalità non fossero sufficienti, si può pensare di fare un upgrade ad un piano a pagamento, che sicuramente offre servizi avanzati e di solito ha scadenza annuale.

Piattaforme di blogging gratuite

Nel seguente elenco si vedrà quali sono le piattaforme gratuite utilizzabili online per creare un sito web, quali sono i loro vantaggi e limiti tecnologici.

Blogger

Blogger è un servizio di blogging, gestito direttamente da Google. La piattaforma nasce nel 1999, ma nel 2009 ha avuto un decisivo restyling, legato all’aggiunta di funzionalità dinamiche, come ad esempio:

  • Read More – possibilità di visualizzare solo un riassunto dei post
  • Pagine statiche, che possono essere usate anche come moduli di contatto
  • Tasti di condivisione social per Facebook, Twitter
  • Possibilità di moderazione dei commenti
  • Avanzate funzionalità per postare gli articoli, interagire con gli utenti.

La piattaforma è la discendente del vecchio servizio Blogspot, che ha cambiato nome nel più moderno Blogger.

WordPress

WordPress è la più famosa piattaforma per la creazione di siti web. È suddivisa in due parti: WordPress.com, che offre un servizio di hosting automatico e WordPress.org, da dove si può scaricare la piattaforma completa. WordPress offre un sottodominio (nome.wordpress.com), un pacchetto comprensivo dei plugin di base, una serie di temi gratuiti, 3 Gb di spazio di archiviazione e una serie di set per la configurazione del sito, sempre gratuiti.

Lo svantaggio è principalmente la limitata quantità di spazio disponibile per lo storage e le limitate funzionalità del sito, che è comunque una soluzione molto valida.

Weebly

Weebly offre registrazione molto veloce attraverso un’apposita sezione o attraverso Facebook. Una volta completata la registrazione, si potrà iniziare a creare il sito web, scegliendo il template che si preferisce. Il piano gratuito offre 500 mb di spazio, editor Drag & Drop, un sottodominio con Weebly.com e la possibilità di mostrare un’unità pubblicitaria di Google Adsense.

Jimdo

Jimdo è una piattaforma che consente, dopo essersi registrati sul sito e aver inserito email e password, la scelta del nome per il sito web. La personalizzazione del template e le funzioni base di Jimdo sono gratuite.

Lo spazio di archiviazione è di circa 500 Mb, mentre la larghezza di banda è di 2 Gb. I piani professionali di Jimdo offrono un consistente ampliamento delle funzionalità e dei plugin modificabili. Lo spazio di archiviazione è molto limitato, per questo è sconsigliabile usare Jimdo per siti web con funzionalità avanzate.

OverBlog

Con OverBlog è possibile creare diverse funzionalità: si possono condividere post testuali, citazioni, immagini o video. Con una semplice registrazione è possibile aprire il proprio blog, che potrà essere poi popolato con vati tipi di post.

Esiste anche una funzionalità innovativa, il Flash Post, che consente di creare caricamenti automatici di video e immagini inserire link, da cui il sistema caricherà la pagina correlata.

L’aspetto social è particolarmente tenuto in considerazione, tanto da permettere di configurare un blog come la pagina di un social network. L’editor di testo è particolarmente efficace ed intuitivo e consente diverse funzionalità.

I contro sono l’aspetto prettamente “social”, che lo rende adatto solo a determinati tipi di applicazione.

MyBlog

MyBlog è il servizio blogging di Virgilio, tramite la celebre piattaforma WordPress. Con una semplice registrazione si possono sfruttare alcune funzionalità interessanti, come ad esempio l’uso di Google Adsense, la possibilità di essere portato fra i migliori blogger se si creano contenuti di qualità, alcuni tasti come il tasto “Iscriviti”, la condivisione sui Social Network o le statistiche, tramite ShinyStat.

MyBlog è un servizio completo, che però soffre di alcuni limiti legati principalmente allo spazio di archiviazione, molto ristretto.

Wix

Wix è una delle piattaforme più conosciute per creare un sito web. Il suo utilizzo è molto semplice e intuitivo, con un sistema a griglie e moduli, che permettono di modificare diverse spaziature e configurazioni, in base alle necessità dell’utente. Il piano gratuito dà la possibilità di avere un servizio di Free Hosting, 500 Mb di spazio di archiviazione, le statistiche di Google Analytics, 100 Template gratuiti, un ottimo servizio clienti su Facebook, disponibile 24 ore su 24.

Webnode

Webnode consente di creare un sito gratis in pochi minuti, inserendo l’email e il nome del sito. Il provider consente di scegliere fra sito personale, sito aziendale o blog. Il piano gratuito offre 100 Mb di archiviazione, 1 Gb di banda per il traffico e tanti temi gratuiti.

La funzionalità di scelta del tipo di sito da creare presenta un vantaggio indubbio per l’utente, che può già decidere l’ambito in cui vuole muoversi creando la pagina. I piani di archiviazione Premium offrono diverse funzionalità aggiuntive.

Considerazioni finali

Grazie a questa piccola guida, potete scegliere le piattaforme gratuite che consentono di creare diversi siti in base alle proprie esigenze e in base alle funzionalità che si vogliono mettere in risalto, in modo da dare visibilità ai propri pensieri, opinioni o prodotti e anche guadagnare tramite banner pubblicitari e affiliazioni con i fornitori di prodotti e servizi.

Luca Terribili
Runner, bodybuilder, nerd inside, full stack developer, blogger, non è abbastanza? Non amo descrivermi… dai un’occhiata al blog e giudicami tu!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *